Connect with us

Attualità

Quella volta che Cartoon Network venne hackerato con dei memes

Published

on

Cartoon Network

In nome dei memes.

No, purtroppo (o per fortuna) non si tratta di un nuovo Max Headroom, bensì fu il sito della stessa Cartoon Network ad essere oggetto dell’hacking.

Cartoon Network Ricardo

Immagine del sito al momento dell’hack.

Fu organizzato da parte di due hackers brasiliani che andarono a sostituire buona parte dei video presenti sul sito con dei memes contenenti scritte arabe o strippers brasiliani fra cui il celebre Ricardo Milos, già di tendenza all’epoca dell’accaduto.

Un hacking “particolare”…

Le numerose testate giornalistiche che ne parlarono all’epoca, descrissero questo atto come un qualcosa di puramente goliardico, portato avanti dai due hacker aventi come fine unico quello di attirare attenzioni su di loro e di guadagnarne un briciolo di notorietà.

Fu proprio per questo motivo che preferirono non rendere noti i loro profili Twitter, comunque facilmente reperibili a partire dagli screenshot resi pubblici.

cartoon network

Uno dei post riguardanti l’hacking di sudorealistic

L’hacking venne portato avanti dagli utenti Twitter “sudorealistic” e danilão che ne documentarono, seppur in maniera molto vaga, i progressi nel corso del tempo. Di particolare importanza è sicuramente il primo profilo, decisamente più attivo sul social rispetto a quello del complice.

Basandosi su quanto postato da questo stesso profilo infatti, si può capire che il loro obiettivo era quello di dimostrare quanto il sistema di sicurezza di questi siti web fosse scarso, tanto da riuscire a far entrare due hackers e farne modificare i video presenti in maniera così semplice e veloce.

Giudizi dell'hacker relativi alla sicurezza di Cartoon Network

A provare questo, c’è anche il fatto che il sito di Cartoon Network rimase così modificato per ben tre giorni (dal 25 al 28 Aprile 2019) e, in seguito, ebbe numerosi problemi di lentezza legati plausibilmente a dei lavori di manutenzione atti ad aumentarne la sua sicurezza.

… e decisamente ampio.

Le segnalazioni ufficiali riguardarono il sito web di Cartoon Network in “soli” 16 paesi del mondo occidentale, fra cui anche l’Italia (ndr, anche se in questo paese la notizia effettivamente non divenne mai così popolare come negli altri).

Server Asiatici

Nonostante questo, lo stesso sudorealistic, sul suo profilo Twitter, dichiarò di avere accesso anche ai server asiatici e pacifici, ma che decise di non toccare poiché questi erano già fin troppo problematici anche senza la loro manomissione.

Le reazioni di Cartoon Network

La reazione di Cartoon Network fu davvero insolita: nonostante il problema fosse sotto gli occhi di tutti, sia a causa del sito che a causa dei vari articoli che riportarono l’avvenimento.

Fra tutti i 16 paesi ufficialmente colpiti, solamente Cartoon Network Russia e Cartoon Network UKsi scusarono, o quantomeno, dichiararono pubblicamente il fatto accaduto.

Cartoon Network Russia

Post di scuse sul sito VK da parte di Cartoon Network Russia

In realtà, contattato da ZDNet, Cartoon Network dichiarò di aver notato delle problematiche sul sito web la mattina del 28 Aprile 2019 e che, per questo motivo, decise di disattivare i lettori video del fino alla soluzione del problema, ma senza effettivamente fornire informazioni di maggiore rilievo.

I problemi alla base di tutto

Tutta la questione, in realtà, specialmente dal popolo del web, è stata presa con estrema ironia, dato che effettivamente quello che avvenne fu decisamente “inusuale” e, proprio per questo, divertente.

Nonostante questo, traspare comunque un problema decisamente importante: la facilità con cui due esterni siano riusciti ad entrare all’interno del sito di una rete televisiva così popolare, riuscendo a modificarne i video presenti per ben tre giorni.

Le conseguenze di questo specifico attacco, in realtà, non furono così drastiche o dannose, tuttavia, immaginando che fossero esistiti dei potenziali hacker con intenti decisamente più malevoli, questi sarebbero riusciti a caricare dei video assolutamente inadatti rispetto al pubblico tipico di questo servizio, come video gore o pornografici.

Come nota positiva e doverosa bisogna comunque dire che, grazie a questo attacco, Cartoon Network ha migliorato questi sistemi di sicurezza, di fatto rendendo decisamente più difficoltosi possibili attacchi futuri.

Seguici sulla nostra Pagina Facebook, sul profilo Instagram ed entra nel nostro gruppo su Telegram.
Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

36 − = 31

Advertisement

Esclusive Facebook

Popolari