Connect with us

News

Elon Musk svela Neuralink: la demo dei 3 maiali

Published

on

neuralink

Il progresso scientifico firmato Elon Musk.

Durante la presentazione del 28 Agosto 2020 a San Francisco, Elon Musk ha mostrato in diretta mondiale Neuralink, un dispositivo connesso al cervello che permette di analizzarne l’attività in tempo reale, descrivendolo come una sorta di Fitbit connesso direttamente al cervello.

Lo scopo e le applicazioni iniziali di questa tecnologia saranno (ad esempio) finalizzate a risolvere importanti problemi a livello neurologico e lesioni del midollo spinale.

Per dimostrare l’efficacia di Neuralink, durante la presentazione è stata effettuata una dimostrazione su tre maiali (ndr, chiamata da Musk stesso la “demo dei tre maialini“) per evidenziare come l’installazione del dispositivo non causi danni cerebrali, e come i maiali che ne fanno uso non mostrino alcuna differenza rispetto a quelli normali.

Analizzando l’attività cerebrale del maiale che usa Neuralink, il team di Musk dimostra come sia possibile rilevare con efficacia gli impulsi legati all’olfatto con un grafico aggiornato in tempo reale.

Neuralink: il futuro sarà strano

Il dispositivo, dalle dimensioni simili a quelle di una moneta, è dotato di elettrodi a 1024 livelli che permettono di misurare gli stimoli cerebrali. Enfatizzando il concetto di utilizzo senza fili (con una batteria della durata di un giorno), il dispositivo supporta la ricarica tramite induzione e la connettività wireless.

L’installazione di Neuralink sarà condotta da un robot (necessario per la precisione richiesta dall’intervento) atto ad automatizzare il processo, che inserirà il dispositivo nel cranio del paziente e connetterà gli elettrodi evitando vene ed arterie, previa mappatura del cervello del paziente.

neuralink brain

Uno sguardo agli elettroni di Neuralink connessi al cervello.

Le possibili applicazioni di una tecnologia come quella di Neuralink sono molteplici: stando ad Elon Musk, con la prospettiva di un’interfaccia neurale che controlli l’intero cervello sarebbe addirittura possibile immagazzinare e riprodurre ricordi, o anche trasferirli ad altre menti o macchine.

“Il futuro riserva tante stranezze”, secondo il celebre imprenditore, anticipando una fase iniziale di collaudo con un campione di pazienti paraplegici e tetraplegici.

neuralink

Il prezzo di Neuralink non è ancora pubblico, ma associato al costo d’installazione potrebbe arrivare ad alcune migliaia di dollari una volta collocato ufficialmente nel mercato.

Seguici sulla nostra Pagina Facebook, sul profilo Instagram ed entra nel nostro gruppo su Telegram.

Videogiocatore seriale ed aspirante game maker. Tra i suoi generi preferiti: picchiaduro e giochi di ruolo

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

22 − 18 =

Advertisement

Esclusive Facebook

Popolari