Connect with us

Attualità

L’arte di Lilly Meraviglia: non solo YouTube

Published

on

Lilly Mera, artista vera.

Livia Caramella in arte Lilly Meraviglia è una nota YouTuber classe 1997 che conta ad oggi oltre 900.000 followers sul tubo. Ma ciò che spesso si tende a dimenticare (o meglio, omettere) è che Livia non è solo un’influencer, tutt’altro: il suo rapporto con YouTube è sempre stato spontaneo, senza peli sulla lingua, ed ha sempre esternato il suo stile unico in totale naturalezza e (diciamo pure, saggia) noncuranza. 

Motivo per il quale (nonostante proprio lei non si definisca affatto una cantante professionista) su YouTube rilascia periodicamente anche le sue canzoni originali (o meglio, song) il cui testo e musicalità vengono sempre e comunque curati da Livia in persona.

lilly meraviglia

E’ proprio nei suoi numerosi video presenti sul canale che emerge non solo il suo carattere frizzante ed estroverso ma anche la sua arte, la cui evoluzione proprio il tubo, nel corso degli anni, è riuscito a testimoniare. 

Un’arte sgravata (citando lei stessa)  e dalle pennellate decise (direbbe invece “la prof”), sia con la pittura che nel digitale, passando perfino nella scultura e mosaico.

Le origini

Livia ha studiato grafica al liceo, e fin dai banchi di scuola, ha sempre inseguito e perfezionato il suo personale stile di disegno: minimale, a tratti inquietante, surreale, onirico, dalle linee ben marcate.

Sembra trarre ispirazione dal cartone Beavis & Butt-head, ma non soloGran parte dell’estro creativo di Lilly è racchiuso nella sua fantasia coloratissima (con toni che raggiungono il neon) seppur anche grottesca, ironica ma al tempo stesso quasi perfino riflessiva.

Nel 2016 inizia l’università di Graphic Design, che decide però di abbandonare l’anno dopo per un motivo assolutamente ragionevole: il percorso di studi previsto non coincideva con le sue aspirazioni artistiche. Si è avvicinata così anche all’animazione 3D, ma di nuovo, senza successo (come può capitare a qualunque altro ventenne, del resto), anche e soprattutto per incompatibilità col proprio lavoro.

Nel 2017 viene pubblicato da Rizzoli il suo libro Un libro meraviglioso. Sirene, teste fluttuanti e altre cose molto strane disegnate da me. E già dal titolo si può comprendere come non sia affatto il classico volumetto immondo contenente la (brevissima) biografia di uno Youtuber, bensì una vera e propria raccolta di 100 illustrazioni originali di Lilly, accompagnate da qualche suo commento.

Un vero e proprio must have per gli appassionati prima di tutto dell’artista, oltre che vlogger.

“Brainstorm” & Co

Nel 2018 Lilly realizza una mostra delle sue opere in digitale, nella galleria Deodato a Milano. All’evento partecipano anche altri colleghi di YouTube come Croix89LaDivaDelTubo.

Sempre nel 2018, organizza (assieme ai suoi più cari amici e collaboratori Suarez, Tia, Filippo e Valerio, che l’accompagneranno quasi sempre nei suoi eventi e progetti nonché “guest star” nei suoi video) per la prima volta a Roma l’esposizione  “Brainstorm”, intitolata così perché, come spiega Lilly in questa intervista:

Una tempesta di cervelli. E’ qui che nascono il pensiero e la creatività.

La stessa mostra verrà replicata a Ravenna l’anno dopo, presso la Magazzeno Art Gallery (MAG) e arricchita di una componente interattiva grazie all’ausilio di una app che permette, una volta inquadrate le opere col cellulare, di vederle in movimento. 

Sempre a Ravenna presso la MAG e sempre nel 2019, Lilly Meraviglia farà parte di un vernissage di 30 artisti (tra cui anche Milo Manara) che riproducono il volto di Dante Alighieri, e i cui quadri hanno ancora una volta modo di “animarsi” sul proprio smartphone. L’opera realizzata da Lilly Meraviglia (con tono anche parecchio autobiografico ed ironico) è Naso Divino.

Celebri sono anche le opere di riqualificazione urbana da parte di Lilly, quando ad esempio dipinge (nel 2018 e nel 2019 per il progetto GAU – Gallerie Urbane) dei cassonetti di Roma caratterizzati sempre e comunque dalla texture di cervello.

Lilly Meraviglia Tattoo Artist

Lilly Meraviglia si è sempre distinta per la passione non solo per le tinte di capelli, ma anche per gli innumerevoli tatuaggi che costellano il suo corpo.

Un amore che l’ha condotta, tra il 2018 (quando riceve l’attestato di operatore di tatuaggio e piercing) e il 2019 (facendo apprendistato), ad iniziare la carriera di tatuatrice, lavoro che attualmente svolge presso lo studio di Roma Sang Royal Tattoos.

View this post on Instagram

Io dopo una serata

A post shared by Lilly Meraviglia Tattoos (@lillyink_) on

I suoi tatuaggi riprendono in tutto e per tutto il suo stile perfettamente riconoscibile, riproponendolo anche in chiave 3D ma con gli immancabili colori accesi e figure surreali.

Lilly Meraviglia oggi

Per poter avere anche solo un assaggio di quella che è l’arte di Lilly Meraviglia più recente, vi invitiamo ad ammirare le sue opere nel video “Draw My 40ena” (qui in basso). Proprio durante il periodo di quarantena infatti, Lilly è riuscita non solo a curare la canzone “Crown on My Head (con tanto di video registrato e montato interamente da lei tra le mura domestiche), ma ha dato sfogo alla sua creatività pittorica.

Questo anche grazie al suo personaggio inventato noto come “la prof”, in cui lei stessa interpreta una professoressa d’arte intenta a delle vere e proprie videolezioni dove riproduce (in pieno stile Lilly Meraviglia) i capolavori della storia dell’arte. E’ la prof infatti ad aver sostenuto il progetto #distantimauniti, la campagna promossa dal Ministero della Salute in occasione dell’emergenza Coronavirus.

Sempre in questo periodo poi, Lilly Meraviglia ha pubblicato sul suo profilo Instagram tutta una serie di autoritratti fotografici ma poi rielaborati su Photoshop, in modo surreale e particolarissimo: dopotutto, non è arte anche questa?

View this post on Instagram

Bad Lilly or good Lilly? 🖤🤍

A post shared by Lilly Meraviglia (@lillymeraviglia) on

Ha inoltre attivato il proprio canale su Twitch, dove spesso e volentieri realizza opere in live in compagnia dei suoi followers, e dove ritrae anche la sua gatta (o meglio, gatacc’) Alaska John Cena e la sua gelida e distaccata amica (ma con quel qualcosa in più) Svetlana, la testa di manichino.

E con questo rapido (seppur doveroso) excursus in cui abbiamo provato a raccontarvi il vero talento di Lilly Meraviglia, sarebbe anche il caso di smettere di etichettarla esclusivamente come “quella dell’accendino rosa senza sopracciglia che stava a Ciao Darwin“. Con amore: vaffan-cono.

Coronavirus

 

 

Seguici sulla nostra Pagina Facebook, sul profilo Instagram ed entra nel nostro gruppo su Telegram.

Scrittrice free lance, ammette senza alcun problema di essere appassionata di erotismo, in tutte le sue forme, sfumature e colori. Fate l'amore non fate la guerra, diceva qualcuno. Ebbene, non è poi così male come idea, dopotutto.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

50 − = 48

Advertisement

Esclusive Facebook

Popolari