Connect with us

Internet

Know Your Meme: l’enciclopedia dei memes

Published

on

Dove trovare origini, informazioni e curiosità su tutti i memes esistenti.

Se da un lato esiste Wikipedia, l’enciclopedia per eccellenza e principalmente arricchita dagli utenti, Know Your Meme può essere considerata una Wiki per memes e fenomeni culturali del web, ma non solo.

Oltre ad essere una vera e propria “memepedia è anche un archivio di tutto ciò che compare, diventa virale e scompare sul web: è possibile infatti trovare video, interviste, notizie, sondaggi e vari forum (ndr, il tutto supervisionato dai redattori ovviamente).

2008: l’anno di Know Your Meme

Uno dei fondatori di Know Your Meme, Yatta (aka Kenyatta Cheese), descrive così l’idea di creare un archivio digitale di tutti i memes, i fenomeni e le sottoculture presenti su internet, sul suo stesso profilo del sito:

“C’erano una volta Jamie, Ellie e io che passavamo le nostre giornate in agguato su Internet in quanti più posti potevamo. Ad un certo punto sono diventato ossessionato dall’assicurarmi che le sottoculture ottenessero credito per la cultura che hanno creato, quindi abbiamo avuto l’idea di scrivere una serie di script che raccontassero la storia di come alcuni memes sono diventati popolari. In qualche modo ho convinto tutti noi (me compreso) a metterci davanti a una telecamera.”

Creato nel dicembre 2008 (ma già con alcune attività dal 2007) Know Your Meme è gestito da professionisti indipendenti e, fin dagli albori, da membri della comunità che contribuiscono ad arricchire di informazioni il sito.

Il nome della compagnia che attualmente possiede Know Your Meme

Dopo solo tre anni, il sito ha raggiunto i 9 milioni e mezzo di utenti collegati ogni mese. Il sito poi, nel 2011, è stato acquisito da Cheezburger, un’altra compagnia che archivia e presenta curiosità del web.

Oggi, la sede di Know Your Meme è negli stessi uffici della compagnia a Manhattan, nel centro di New York.

Meme culture e subculture

Molte ricerche del sito Know Your Meme sono apparse anche in pubblicazioni maggiori internazionali come sul New York Times, CNN, TIME, Le Monde.

Il sito ha ha ricevuto numerosi riconoscimenti e premi come quello che menziona Know Your Meme tra i migliori 50 siti web del 2009, o la sua presenza nell’American Folklife Center tra i siti nella libreria digitale del congresso.

Come già detto, Know Your Meme raccoglie tutti gli elementi di cultura e subcultura di internet: tra i principali ovviamente ci sono i memes, il mezzo di informazione culturale (umoristico e non) per eccellenza della rete.

Tra i primi memes comparsi nell’archivio di Know Your Meme (parlando poi degli anni 2008-2009), è possibile trovare il Rickroll caricato e confermato da Jamie Dubs (Jamie Wilkinson), co-fondatore del sito.

Inoltre, tra le prime attività parallele di Know Your Meme ci sono anche dei video di analisi su Youtube.

Cos’è il  meme “confermato”?

Per poter comprendere appieno le dinamiche che portano Know Your Meme a trattare o meno di un meme, è bene ricordare ogni elemento presente sul sito ha le sue specifiche tag, ovvero elementi utili alla ricerca.

Oltre a ciò, i meme possono avere diversi status: sono infatti ad esempio in submission o researching, ovvero in attesa che le fonti del meme su internet vengano confermate ed archiviate dai redattori del sito.

Bernie sitting in a chair, uno dei meme più recenti e famosi confermati.

Nel caso in cui la presenza e le fonti del meme vengano quindi verificate, questo viene “confermato” ed inserito nel sito, altrimenti il meme verrà catalogato come “deadpool“, ovvero quelle immagini, video o subculture che semplicemente non sono virali o di cui si hanno informazioni incomplete.

Oltre a questi, ci sono le classiche fonti di ricerca (più popolari, con più like, i più recenti, eccetera) che possono facilmente aiutare l’utente a trovare il contenuto desiderato. Memes, video e immagini possono essere catalogati inoltre anche per provenienza (4Chan, Reddit, siti, film, videogiochi, eccetera) per data o per categoria.

Tra le categorie dei memes è possibile trovare inoltre gli appartenenti ad una cultura o sottocultura: Otaku, Hipster, Furry, Steampunk e Bacon  (come coi meme, ciascuna con il suo status – confermata o deadpool -, anno, origini e tipologia).

Anatomia di un meme

Ma come viene analizzato un meme sul Know Your Meme?

Si prenda ad esempio un famoso meme (ndr, ovviamente confermato) un po’ datato ma non abbastanza da impedirgli di essere ancora piuttosto virale: JoJo Approach.

JoJo Approach Dio.

Dopo le principali informazioni base, status, origini, anno di comparsa e tutte le informazioni che definiscono il template (la base del meme priva di modifiche), si passa alla sua contestualizzazione. In questo caso, ad esempio, si tratta di una tavola tratta dal manga JoJo Bizarre Adventures dove Dio Brando sta per affrontare Jotaro.

In seguito, si approfondiscono le origini e lo spread, ovvero la sua diffusione sul web, con tutte le sue varianti, il fine ultimo del meme e tanto altro.

In alcuni casi, si mostrano anche le aggiunte o gli accorpamenti con altri memes, come nel caso di Dio Walk/Gamer Dio.

Il template del meme Dio Walk/ Gamer Dio.

Come ultima (ma non meno importante) informazione, vengono postati alcuni esempi ed usi del memes con differenti templates, fino a trovare perfino un grafico che rappresenta i trends di ricerca su Google nel corso del tempo.

Non solo memes

Come già accennato, in questa maestosa raccolta di tutto ciò che c’è su internet, sono presenti anche forum dedicati a diversi argomenti e discussioni, video esterni (che rimandano sempre a famosi memes) ed editoriali.

Tra gli editoriali, è possibile trovare letteralmente di tutto: da fatti di cronaca a curiosità legati ad essi, come quelli di Capitol Hill o vere e proprie chicche come interviste a vari personaggi famosi dei memes.

Tra le più recenti, è degna di nota quella di Melvin Lawson del meme Thank God for My Reefer.

Know Your Meme

Thank God for My Reefer

Ma si possono trovare anche guide, dietro le quinte, podcast e tanto altro.

Sicuramente di notevole interesse è anche la sezione Memes of 2020, che ripercorre tutti i memes di un anno sicuramente molto florido in quanto ad eventi e relativi memes. Divisi per categoria riguardo pure al Covid e al Lockdown e con una Top 10 per decretare i memes migliori dell’anno.

Tra i memes che hanno “definito” la pandemia, come si legge su Know Your Meme Reviews possiamo trovare Wood Sitting on a Bed o il famosissimo Coffin Dance.

Know Your Meme

Coffin Dance è entrato anche nella top 10 dei meme del 2020 su Know Your Meme.

Tra tutte, c’è anche la categoria più importante per eccellenza, che comprende al suo interno numerose subculture, immagini e memes, dedicata interamente al NSFW.

In generale comunque, Know Your Meme si mostra come un archivio digitale altamente organizzato e completo, un’enciclopedia esaustiva di cui il mondo dei memes e di internet in generale aveva bisogno. Come detto dal suo creatore, è necessario che le varie culture e sottoculture ottengano il loro degno credito sul web, ed è esattamente questo l’obiettivo che Know Your Meme ha raggiunto e raggiunge quotidianamente.

Ora più che mai, mentre internet si riempie sempre più di informazioni che cambiano, perdono di visibilità, si evolvono o talvolta scompaiono, è necessario preservarle: per mantenere in vita tutti i vari fenomeni virali e memes di internet, basta avere “solo” una buona comunità di utenti disposti a raccogliere informazioni e creare contenuti in merito (ndr, che è anche lo scopo di Cyberdude, del resto).

Seguici sulla nostra Pagina Facebook, sul profilo Instagram ed entra nel nostro gruppo su Telegram.

Aspirante fumettista, di cui frequento tutt'ora dei corsi. Riscoperto furry da poco più di un anno Mi piace l'idea di dare un contributo alla comunità furry in Italia e di far conoscere meglio questa nuova cultura ancora poco diffusa nel nostro paese.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + 3 =

Advertisement

Esclusive Facebook

Popolari