Connect with us

Attualità

C’era una volta a… Hollywood: Rosemary’s Baby

Published

on

rosemary's baby

Rosemary’s Baby: uno dei film più controversi di Hollywood

La nuova opera di Tarantino C’era una volta ad Hollywood è alle porte: la pellicola promette di catapultarci alla fine degli anni sessanta: un periodo storico dominato da rivoluzioni sociali e culturali e soprattutto partendo dalla Summer of Love per arrivare alla macchina instancabile dello Star System.

In merito a quel periodo però vi è una teoria del complotto, quasi più una seconda chiave di lettura, che ci descrive molto il clima di quell’epoca, legata alla pellicola maledetta: Rosemary’s Baby (datata 1968, di Roman Polański) e i misteri che nasconde.

La pellicola (estremamente fedele al omonimo romanzo di Ira Levin dalla quale è tratta) è un opera molto legata ai tempi nei quali fu scritta (1967). Basti pensare che l’anno precedente in America veniva fondata la prima chiesa di Satana e il Time titolava così: “Is God Dead?” (Dio è morto?).

rosemary's baby

Ma per questo articolo ci concentreremo prevalentemente sul film Rosemary’s Baby, approfondendone la trama e i dettagli.

Siamo nel 1965: Guy Woodhouse (John Cassavetes) è giovane attore che ambisce al successo e Rosemary Woodhouse (Mia Farrow, anche se inizialmente per il ruolo si era pensato a Sharon Tate, moglie del regista) una ragazza di campagna con il desidero di diventare madre. I due hanno appena convolato a nozze e per questo motivo decidono di trasferirsi al Bramford (in realtà il Dakota, noto palazzo di New York), un’enorme costruzione gotica, ignorando le dicerie che additano gli abitanti dello stabile come praticanti di arti occulte.

 

Poco dopo essersi trasferiti, i due protagonisti verranno in contatto con due dei loro vicini: Minnie Castevet (Ruth Gordon) e Roman Castevet (Sidney Blackmer). Senza neanche troppi convenevoli, i novelli sposi verranno invitati a cena dai due vicini, i quali si mostreranno estremamente interessati al futuro della coppia e alla loro idea di avere un figlio.

Risultati immagini per minnie and roman castevet

Subito dopo il banchetto, Guy verrà avvicinato da Roman Castevet che gli rivelerà i veri intenti dell’invito, parlandogli del culto del quale lui e la moglie fanno parte. Tutto ciò viene opportunamente messo nell’ottica che Guy potrà finalmente ambire al successo che ha sempre desiderato, ma a un prezzo: dovrà acconsentire al fatto che la consorte sarà violentata dal Satana in persona cosi da farle concepire l’anticristo.

Guy si lascerà sedurre dalla prospettiva indicatagli da Roman, mentre Rosemary rimarrà completamente all’oscuro dell’accordo.

All’interno della teoria del complotto che segue Rosemary’s Baby, cominciano a spuntare i primi parallelismi: Rosemary (il popolo americano), viene ingannata dall’uomo che ama (il governo) poiché guidato da poteri occulti (i Castevet).

Dopo questa introduzione allo spettatore verranno rivelati i primi dettagli esoterici della pellicola: il più lampante è il ciondolo al quale viene attribuito il potere di rendere le donne maggiormente fertili.

Risultati immagini per rosemary's baby
Questo ciondolo ci viene detto contenere la così detta  “radice di Tanis”. Purtroppo, nessuna pianta risponde al nome di Tanis: dunque, qual è la radice in questione? Potrebbe essere che si parli di Tani in Egitto?

Se cosi fosse, il sito archeologico in questione viene citato anche nell’antico testamento, città che il popolo ebraico, dopo l’esodo, non riporta in modo lusinghiero, anzi: sia gli abitati quanto il faraone erano praticanti di occultismo, al punto tale da definire il sito stesso “la culla del diavolo”.

Un’altra speculazione riguarda il fatto che in Rosemary’s Baby si parli invece di Tanit, nota anche come Tanis la signora dei serpenti, divinità legata prevalentemente al piacere e la fertilità.

In Rosemary’s Baby ci viene indicato che la suddetta radice di Tanis abbia anche un forte odore. Andando a fare ricerche in merito a quale pianta possa essere, si può scoprire che anticamente tre piante erano legate a rituali di fecondità: la belladonna, lo stramonio e la mandragola. Delle tre, solo lo stramonio ha un odore pungente e molto forte.

rosemary's baby

La pianta di Stramonio, affiancata ad altre note erbe velenose

 

Lo stramonio era chiamata in antichità “l’erba del demonio”, alla quale veniva attribuita il potere di richiamare a se gli spiriti infernali. Ciò era dovuto al fatto che l’assunzione di decotti di stramonio può indurre in stati allucinogeni.

Poco dopo, Guy rivelerà a Rosemary di aver ottenuto finalmente una parte importante, questo perché un attore rivale è divenuto improvvisamente cieco. Adesso la coppia potrà finalmente concepire un figlio.

Guy ha già organizzato tutto, perfino le date migliori per il concepimento. La sera stessa, una vicina di casa consegnerà a Guy due mousse al cioccolato, una per ciascuno sposo. Rosemary si lamenterà del fatto che la sua ha un sapore molto simile al gesso, ma Guy la inviterà a finire il dolce. Poco dopo, lei sverrà, molto probabilmente a causa del dolce.

Il film ci mostra così quello che Rosemary penserà essere in principio un’allucinazione: lei nuda e legata a un letto circondata dal marito i Castevet e altre strane figure. Subito dopo, su di lei verranno tracciati dei simboli e nel mentre, Guy si avvicinerà a Rosemay e comincerà ad accarezzarla: durante questa sequenza.  Guy si trasformerà in un mostro che inizierà ad abusare di lei. In quell’istante, Rosemary realizzerà che tutto ciò potrebbe non trattarsi un sogno e comincerà così a urlare ed infine svenire.

rosemary's baby

Anton LaVey, il fondatore della chiesa di Satana

Riguardo ai simboli disegnati su Rosemary, molte persone hanno ricondotto questi segni a veri e propri rituali satanici, elementi così fedeli al culto di Satana da generare l’ipotesi che Anton LaVey, il fondatore della chiesa di Satana, abbia collaborato alla realizzazione di Rosemary’s Baby.

Poco dopo, Rosemary rimarrà incinta, e i Castevet indirizzeranno la giovane donna ad un loro amico medico: il dottor Abraham Sapirstein (Ralph Bellamy), che, facendo sfoggio della sua autorità e millantata competenza, allontanerà Rosemary da qualsiasi altro ostetrico.

Vi è da menzionare anche che all’interno dello studio del dottor Sapirstein, Rosemary troverà proprio la copia del Times che recita “Is God Dead?”.

Immagine correlata

Purtroppo sarà una gravidanza difficile e dolorosa. A complicare il tutto, l’amico di famiglia Hutch (Maurice Evans) morirà in circostanze misteriose, ma non prima di aver fatto recapitare un libro per metter in guardia Rosemary in merito ai Castevet.

Quest’ultima parte rappresenta l’americano che porta in sé il seme del male (la gravidanza) e la sua impossibilità di rendersene conto, mentre i media (Abraham Sapirstein) continueranno a convincerlo di star facendo la cosa giusta. Ogni persona che prova mettere in luce i piani dei poteri occulti viene invece eliminata (la morte di Hutch)

Rosemary ormai comincia a dubitare di essere realmente incinta di Guy, e il sospetto nei confronti dei Castevet cresce poiché scopre la loro correlazione con Steven Marcato (un ex inquilino del Bramford, figlio di un Satanista). Oltretutto, comincia a essere sospettosa anche del fatto che suo figlio nascerà nel Giugno del 66 (6/66).

Quasi del tutto ormai consapevole della sua situazione, Rosemary comincia a essere paranoica. La gravidanza, tanto desiderata. sta minando completamente le certezze della sua vita. Continua a rimuginare su quella notte: che non sia stato solo un incubo?

Più Rosemary legge il libro di stregoneria fattole pervenire da Hutch, maggiormente nota che le similitudini con ciò che sta vivendo siano davvero inquietanti. Troppi elementi ricorrenti tra ciò che sta vivendo e le congreghe di Satanisti descritte nei vari tomi che finirà per leggere.

Risultati immagini per rosemary's baby witch book

Si rende conto di essere intrappolata: decide di fuggire in cerca di salvezza, purtroppo il complotto nel quale è finita si estende più di quanto pensasse. Viene purtroppo raggiunta dai suoi aguzzini che la riportano subito a casa e improvvisano un parto domestico. Quando lei si risveglierà, le diranno che suoi figlio è nato morto a causa delle complicazioni del parto.

Il parallelismo tra la teoria del complotto e il film è estremamente marcato: il cittadino americano più diviene consapevole dei poteri occulti, e maggiormente questo gli sembrerà spaventoso, e quanto più proverà a venire a capo della situazione, tanto maggiormente noterà che la rete è fitta e diramata.

Quando alla fine tutti gli elementi verranno a capo, i poteri occulti faranno in modo che le prove scompaiano.

Rosemary è convalescente, ma nella sua convalescenza sa che il figlio sia ancora vivo e la ha piena certezza che la setta che vive all’interno del Bramford l’abbia nascosto. Purtroppo la realtà è ancora più dolorosa di quanto lei potesse immaginare.

Proprio nell’appartamento accanto, i Castevelt stanno adorando una culla nera, incluso suo marito. Lei disperata si avvicina alla culla per vedere cosa vi sia dentro: è un neonato, ma i suoi occhi non sono umani, ci viene detto che ha gli occhi del padre, gli occhi di Satana.

Risultati immagini per rosemary's baby

Rosemary ha dato i natali all’Anticristo: sarà capace di capovolgere il mondo e Satana saprà renderlo potente. Almeno, così Roman Castevet esclama.

Rosemary, ormai stremata da tutte le violenze subite,  abbandonerà ogni voglia di lottare e deciderà di prendersi l’incarico che la setta vuole affidarle: crescerà suo figlio.

Il parallelismo con la teoria del complotto è nella rappresentazione che il popolo americano, dopo essere stato manipolato dai poteri occulti, si arrende e decide di proseguire verso il male, poiché è ormai opera compiuta.

Ma Rosemary’s Baby di Roman Polański porta con sé altri elementi inquietanti, che la inseriscono all’interno di quell’universo di pellicole definite “maledette”.

Il compositore della colonna sonora Krzysztof Komeda sarà vittima di un incidente nel dicembre del 1968 che lo porterà in coma. Quasi un anno dopo dall’uscita del film morirà di emorragia celebrale, proprio come uno dei personaggi della pellicola.

Il produttore dell’opera William Castle poco dopo le riprese accuserà di una insufficienza renale e darà la colpa al film dell’accaduto.

Ma il caso più eclatante collegato al film è la morte di Sharon Tate (la quale avrebbe appunto dovuto interpretare Rosemary) nell’agosto del 1969. Sarà assassinata mentre era all’8° mese di gravidanza: venne accoltellata 16 volte e con il suo sangue venne scritto sul muro la parola “Pig (maiale)”. La “Famiglia” di Charles Manson sarà poi riconosciuta come la colpevole dell’omicidio.

Risultati immagini per death sharon tate

Va riportato che tra i membri della “Famiglia” spiccano i nomi di Susan Atkins e Bobby Beausoleil in quanto seguaci della chiesa di LaVey. Oltretutto, su un muro della villa di Roman Polański, venne scritto Helter Skelter, considerato il cavallo di battaglia musicale di Charles Manson.

Come ultima macabra coincidenza, undici anni dopo l’uscita di Rosemary’s Baby, John Lennon verrà ucciso l’8 dicembre del 1980 davanti al Dakota (l’edificio nel quale è stata girata la maggior parte del film) per mano di Mark David Chapman. Quest’ultimo ha avuto rapporti con personaggi di alto profilo all’interno dei circoli occulti americani: tra questi possiamo annoverare Kenneth Anger, uno dei discepoli di Anton LaVey.

Che vi sia qualcosa di più dietro questa pellicola? Dopo aver letto questo articolo, in quale ottica vedrete il nuovo lavoro di Tarantino?

Seguici sulla nostra Pagina Facebook, sul profilo Instagram ed entra nel nostro gruppo su Telegram.

Noi siamo sul promontorio estremo dei secoli!... Perché dovremmo guardarci alle spalle, se vogliamo sfondare le misteriose porte dell'impossibile? Il Tempo e lo Spazio morirono ieri. Noi viviamo già nell'assoluto, poiché abbiamo già creata l'eterna velocità onnipresente.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

7 + 3 =

Advertisement

Esclusive Facebook

Popolari