Connect with us

Tech

Nuova falla nelle CPU Intel

Published

on

il logo della falla intel

Sembrava tutto passato ma ecco apparire una nuova falla nei processori intel che riguarda  tutte le generazioni da Ivy Bridge.

Intel ha scoperto una nuova vulnerabilità nelle proprie schede chiamata SWAPGS Attack a rivelarlo è stato il sito BitDefender che in un’articolo spiega che la nuova minaccia aggira le protezioni già disponibili per Spectre e Meltdown.

logo intel ma con scritto risk inside

Microsoft è corsa ai ripari rilasciando una patch correttiva (luglio 2019), mentre MacOS non dovrebbe essere a rischio, ma si attende un commento ufficiale di Apple a riguardo. Per quanto riguarda Linux, è già disponibile una patch del Kernel, rilasciata da Josh Poimboeuf di Red Hat.

Gli utenti privati dovrebbero essere protetti se usano una versione aggiornata di i Windows, mentre per quelli enterprise, Bitdefender consiglia l’uso del proprio strumento Bitdefender Hypervisor.

SWAPGS è classificata come CVE-2019-1125, e prende il nome dall’omonimo processo di Windows. È stata scoperta circa un anno fa dai ricercatori di BitDefender, da quel momento in poi hanno lavorato a stretto contatto con Intel per e Microsoft per creare delle patch capaci di risolvere questo problema. SWAPGS Attack  sfrutta l’esecuzione speculativa, una funzionalità che serve a velocizzare il processore, “insegnandogli” a prevedere le istruzioni successive. SWAPGS permette agli aggressori di sfruttare le tracce dell’esecuzione speculativa attraversa la memoria cache, e crea un modo per accedere a tutte le informazioni che sono contenute nella memoria del kernel, comprese password e chiavi crittografiche. Per quando riguarda le CPU AMD non ci sono problemi di questo tipo, la società ha infatti dichiarato tramite una nota sul sito ufficiale che: dopo alcune analisi sia interne che esterne, i propri processori non sembrano essere esposti a questo tipo di attacco perché non sfruttano l’esecuzione speculativa sull’istruzione SWAPGS.

Le altre vulnerabilità scoperte in questi anni, come Spectre e Meltdown riguardavano tutti computer e tutti processori. In questo caso forzavano i programmi in esecuzione ad accedere a locazioni di memoria, in modo da infiltrarsi nelle informazioni del computer.

 

Seguici sulla nostra Pagina Facebook, sul profilo Instagram ed entra nel nostro gruppo su Telegram.

Alieno Nerd che ha lavorato dentro un museo di videogiochi sotto copertura. Attualmente si dedica all'esplorazione spaziale alla ricerca della nerdaggine pura. Adora la birra.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + = 15

Advertisement

Esclusive Facebook

Popolari