Connect with us

Attualità

Lenti a contatto: sarà possibile fare lo zoom sbattendo le palpebre

Published

on

lenti-a-contatto-con-zoom2

L’università di San Diego, in California, grazie ad un team di scienziati è riuscita a creare delle lenti biometriche in grado di zoomare.

Con queste lenti, sbattendo le palpebre due volte sarà possibile avere un ingrandimento ravvicinato di ciò che stiamo osservando. Le lenti funzionano grazie ai movimenti dell’occhio: il team di ricerca ha quindi misurato i segnali elettrooculografici generati dall’occhio.

Si tratta di un tipo di studio consolidato ormai da anni, come lo è anche l’elettrooculografia, una tecnica molto utilizzata per la diagnosi delle maculopatie e dei distaccamenti della retina, essa consiste nella misurazione della differenza di potenziale fra cornea e retina tramite degli elettrodi, con una registrazione dei movimenti oculari durante il sonno.

Il principio di funzionamento dello zoom con le lenti

Sù, giù, destra, sinistra, uno o due battiti di palpebra: ogni direzione crea uno specifico impulso elettrico e la lente è in grado di recepirlo, rispondendo di conseguenza. Tutto questo è anche possibile grazie alla composizione della lente, essa è fatta di polimeri in grado di espandersi quando ricevono un segnale, oltre a questo la lente è dotata di 5 elettrodi la quale circondano l’occhio ed agiscono come se fossero dei muscoli.

lenti a contatto con zoom

Dunque in base all’impulso generato, la lente sarà in grado di cambiare la lunghezza focale e nel caso specifico dello zoom. Il polimero ad esempio tenderà a diventare più convesso permettendo di ingrandire e visualizzare ciò che abbiamo davanti.

Shengqiang Cai, ricercatore della San Diego University a capo del progetto ha svelato a New Scientist:

“Anche chi non vede è in grado di muovere i propri occhi, quindi i segnali elettrooculografici possono essere generati da tutti”.

Il team di scienziati ha sottolineato come il sistema sviluppato, in futuro, potrebbe essere utile per la creazione di protesi visive, occhiali regolabili e per controllare a distanza la robotica.

Seguici sulla nostra Pagina Facebook, sul profilo Instagram ed entra nel nostro gruppo su Telegram.

La mia avventura sul Web comincia all’età di 12 anni, quando venni completamente affascinato da internet e dall’informatica. Da subito cominciai a sperimentare tutto ciò che mi era possibile, dallo smontaggio all’assemblaggio dei computer fino allo studiare il back-end e il front-end delle pagine web. Sono appassionatamente curioso, colleziono film, manga e fumetti ed adoro internet.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

33 − = 27

Advertisement

Esclusive Facebook

Popolari