Connect with us

Attualità

Incel: un movimento nato dall’odio

Published

on

incel, elliot rodger

Che cos’è un incel?

Recentemente vi sarà forse capitato di vedere il termine “incel” utilizzato, probabilmente come insulto, in una discussione online: ma cos’è un incel?

Il termine nasce dalla fusione dei vocaboli involontary celibacy, celibato involontario, che stanno a indicare una persona che, a detta sua, è impossibilitata a trovare un partner per via di fattori esterni, come l’aspetto fisico.

Il primo uso della parola su internet risale al 1993 quando una studentessa dell’Università di Ottawa creò “Alana’s involuntary celibacy project” , un semi-forum che fungeva da valvola di sfogo per la sua frustrazione amorosa e quella di (secondo testimonianze dell’epoca) tanti altri.

incel

Per la maggior parte degli anni 90 e 2000 il termine rimase nell’oscurità di forum dedicati e thread di 4chan, ma nel 2013 tutto cambiò con la creazione del subreddit “r/incels”  che esplose in popolarità e fu soggetto a numerosissime critiche per via dei contenuti postati.

Infatti l’essere incel stava diventando una vera e propria ideologia con uno specifico vocabolario per definire i vari aspetti della vita: righe e righe di dettami sull’esistenza di un complotto atto a prendere di mira coloro che si definivano brutti per impedirgli di trovare un partner sessuale, e al tempo stesso favorire invece i “belli”.

La popolazione soprattutto maschile del sub era ricoperta da uno spesso stato di odio intrinseco verso le donne, etichettate come causa principale di tutti i loro problemi. Questo odio fu però anche il motivo della sua rovina, dato che nel 2017 il subreddit venne chiuso dai moderatori del sito per violazione delle guidelines.

Il caso Elliot Rodger

Il termine incel entrò nella cronaca per la prima volta nel 2014, con un evento che lo farà rimanere sulle bocche di tutti per gli anni a venire.

Elliot Oliver Robertson Rodger era un ventiduenne californiano che il 23 maggio 2014 commise una strage nella città di Isla Vista uccidendo 7 persone e ferendone 14 con l’uso della sua auto e di una pistola. La mattina di quel giorno, poco dopo aver ucciso tre studenti asiatici dell’Università di Santa Barbara nella quale studiava, caricò su YouTube un video intitolato “Redenzione” nel quale  anticipava l’attacco e allagava il suo manifesto di 150 pagine sulla sua ideologia, per poi inviarlo a i suoi genitori e commettere la strage.

incel

Nel suo manifesto intitolato “My Twisted World” descriveva la sua vita a partire dalla sua nascita denunciando la società, le donne, coloro che lui riteneva belli e varie minoranze razziali. Questo orribile evento fu la scintilla che portò agli occhi dell’opinione pubblica gli incel, che tutt’oggi considerano Elliot Rodger un martire.

L’attacco però contribuì ulteriormente a popolarizzare il movimento incel e molti sono convinti che abbia ispirato altri attacchi di simile stampo: come l’attentato di Toronto del 2018 nel quale il venticinquenne canadese Alek Minassian uccise 10 persone ferendone 16 con l’ausilio di un furgone. L’attentatore, come Rodger, creò un post poco prima dell’attacco dove elogiava quest’ultimo proprio come un “martire della rivoluzione incel”.

Il Vocabolario degli Incel

Come abbiamo detto, dal momento dell sua esplosione in popolarità i membri del movimento hanno cominciato a creare un vocabolario e delle linee guida sull’essere incel, linee guida che si sono compattate nella dottrina della redpill. Il termine viene (come molti avranno intuito) dai film di Matrix e in contesto incel indica l’accettazione di dettami come: l’inuguaglianza tra sessi, la predisposizione delle donne al ragionare come animali e che la bellezza sia oggettiva e subito analizzabile e individuabile da una donna.

incel

Il loro vocabolario però spazia soprattutto nel loro giudizio del prossimo come per esempio il termine “roastie” che indica una donna che ha avuto precedenti relazioni (e quindi considerata indesiderabile) oppure “chad” che indica un uomo che secondo il loro metro di giudizio estetico, basato su valutazioni numeriche da 0 a 10, supera il 9.

Gli Incel in Italia

In Italia la principale piattaforma del movimento Incel è rappresentata dal “Forum dei Brutti”: questa message board nacque nel 2013 e rimase perlopiù nell’underground dei forumfree finché nel 2018 il programma di Rai 2 “Nemo – Nessuno Escluso” decise di creare un servizio nel quale parlava degli incel e della loro sottocultura, intervistando anche membri del forum.

incel

Questo servizio fu il mezzo principale grazie al quale il pubblico italiano venne a conoscenza di questo movimento, e come è naturale immaginare, da questo scaturirono numerosissimi memes e derisioni che rimangono tutt’oggi cardini dell’internet italiano e del suo umorismo.

Ma l’ironia e la dissacrazione non deve farci dimenticare che il movimento incel è fondato su misoginia e odio verso il prossimo e che in passato ha causato enormi sofferenze.

Seguici sulla nostra Pagina Facebook, sul profilo Instagram ed entra nel nostro gruppo su Telegram.
Advertisement
1 Comment

1 Comment

  1. Deusfur

    14 Giugno 2020 at 03:53

    se ne parla anche in questo forum: https://ilforumdegliincel.forumfree.it/?t=76938288

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

47 − = 43

Advertisement

Esclusive Facebook

Popolari