Connect with us

Attualità

Elon Musk presenta Neuralink, ma cos’è veramente?

Published

on

Nell’evento tenutosi il 16 luglio Elon Musk ha illustrato alla platea della California Academy of Sciences di San Francisco con slide e documenti Neuralink.

Neuralink è l’interfaccia per la mente che consentirà agli umani di controllare il PC e gli smartphone, ma il progetto avrebbe anche altri scopi quali quello di permettere a persone paraplegiche o amputate di poter ritornare a vivere grazie all’interfaccia cervello-macchina.

chip neuralink

Neuralink funzionerebbe con un foro di 8 mm nel cranio che permetterà di impiantare il chip collegato al cervello con fili più sottili di un capello umano, che possono essere “iniettati” con un ago di 24 micron per rilevare l’attività dei neuroni. A farlo, sotto la guida di un neurochirurgo, sarà un robot programmato per ridurre al minimo il margine di rischio per la salute e le funzionalità cerebrali. Complessivamente, la procedura prevede l’inserimento di 3-4 chip, che si connetteranno ad un computer indossabile chiamato Link, da posizionare dietro l’orecchio e che consentirà la lettura dei picchi dai neuroni.

Il sistema fino ad ora è stato testato con risultati incoraggianti sui topi e su una scimmia, questo permetterà di attivare in futuro la simbiosi uomo-macchina che, grazie a questa tecnologia, potrà avere in seguito infinite applicazioni. La prima applicazione fra tutte quelle possibili sarà quella di uso medico per aiutare le persone paraplegiche o amputate, successivamente sarà quella di restituire persino il tatto o la vista, ma con l’obiettivo finale e più a lungo termine di generare “superintelligenze digitali“.

Neuralink, vuole cominciare a curare i traumi, le malattie cerebrali e prima o poi “raggiungere uno stato di simbiosi con l’intelligenza artificiale.”

Musk dichiara: “Possiamo arrivare a creare un’interfaccia completa cervello-macchina” ha detto Musk nell’annuncio live in streaming. “Suonerà parecchio strano. Fondamentalmente, possiamo ottenere uno stato di simbiosi con l’intelligenza artificiale. Non è una cosa obbligatoria, è una cosa che puoi scegliere se avere o no. Ma sarà un traguardo molto importante in relazione alla civiltà. Anche considerando uno scenario di intelligenze artificiali benigne, noi resteremo indietro. Con un’interfaccia cerebrale possiamo invece proseguire il viaggio e diventa possibile fonderci con l’IA“. Successivamente Musk ha anche svelando che Neuralink punta a mettere in grado a chiunque di digitare 40 parole al minuto solo con il pensiero.

Al momento il primo obiettivo è di far controllare gli smartphone, il mouse e la tastiera, ed è anche stata sviluppata un’app per iPhone che permetterà agli utenti di scrivere i messaggi.

Musk ha ribadito che il processo sarà molto lento e che l’azienda non svelerà immediatamente un chip che assume il controllo del cervello delle persone. Prima almeno vuole ottenere l’approvazione degli impianti da parte della FDA (Food and Drug Administration).

Il live streaming della conferenza

Seguici sulla nostra Pagina Facebook, sul profilo Instagram ed entra nel nostro gruppo su Telegram.

La mia avventura sul Web comincia all’età di 12 anni, quando venni completamente affascinato da internet e dall’informatica. Da subito cominciai a sperimentare tutto ciò che mi era possibile, dallo smontaggio all’assemblaggio dei computer fino allo studiare il back-end e il front-end delle pagine web. Sono appassionatamente curioso, colleziono film, manga e fumetti ed adoro internet.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

22 − = 13

Advertisement

Esclusive Facebook

Popolari